Visualizzazione corretta

Nell’area dell’ex Macello di Cremona sta nascendo la casa dell’innovazione digitale per le imprese, i cittadini e il territorio. Si chiamerà Polo Tecnologico ed è un progetto al quale dal 2012 sta lavorando il CRIT – Cremona Information Technology, un consorzio di aziende cremonesi attive nel settore delle nuove tecnologie, in collaborazione con il Politecnico di Milano.
Il Polo sarà un luogo fisico nel quale le aziende attive nell'Information Communication Technology potranno operare al meglio delle loro potenzialità e sviluppare processi collaborativi e formativi, un centro di eccellenza accogliente per la nascita di start-up, un punto di riferimento nel quale il tessuto economico locale possa svilupparsi grazie all'innovazione. Ma il Polo sarà anche un luogo di aggregazione, in cui la prossimità fisica innescherà meccanismi virtuosi di condivisione, contaminazione e sviluppo tipici dei distretti digitali.

Il CRIT nel 2014 ha già dato vita a Cobox, il primo coworking di Cremona, oggi in via Comizi Agrari. Le aziende che oggi fanno parte del CRIT sono Gamm System, Incode, Linea Com, MailUp, Microdata Group. Presidente del consorzio è Carolina Cortellini, cofondatrice e amministratrice di Microdata, i consiglieri sono Gerardo Paloschi, direttore generale di Linea Com e Matteo Monfredini, presidente e CFO di MailUp.
Della superficie, 7.000 mq saranno destinati a uffici e 6.000 mq a verde e parcheggi. La struttura potrà disporre anche di ampie terrazze, sulle quali verrà installato un impianto fotovoltaico, un intervento che renderà pressoché autosufficiente il complesso dal punto di vista del fabbisogno elettrico.
Il Polo sarà anche collegato al sistema di teleriscaldamento. Ospiterà fino a 600 operatori.

Tutti possono osservare l'andamento del cantiere del nascente Polo grazie a una webcam che trasmette in streaming i progressi dei lavori all'indirizzo http://bit.ly/2d7eBqz.