DSC06973
DSC06871
DSC07138
DSC07150
DSC07267
DSC07272
DSC07302
DSC07029
DSC07112
DSC07153
DSC07285

Un progetto che parte da lontano, da quando le principali aziende cremonesi dell’IT hanno costituito il Consorzio CRIT, con una progettualità di ampio respiro e una visione lucida e lungimirante. Il CRIT ha dato vita al Polo per l’Innovazione Digitale e si candida a rappresentare un vero punto di riferimento sul territorio.

Cremona, anno 2012. Nel pieno di una rivoluzione tecnologica e culturale che sembra soltanto sfiorare la città dei violini e del torrone, una manciata di realtà locali del settore IT danno vita al CRIT – Cremona Information Technology, un consorzio di aziende che, sotto lo stimolo del Politecnico di Milano – Campus di Cremona, si pongono l’obiettivo ambizioso di dar vita al Polo Tecnologico a Cremona.

Un progetto coraggioso, che presto darà i suoi frutti con la nascita nel 2014 di Cobox, il primo coworking di Cremona, avanguardia del Polo e sede di aziende innovative, oltre che di iniziative e attività del tutto nuove per Cremona.

Negli anni successivi il progetto del CRIT prende vita. Viene individuata l’area abbandonata dell'ex Macello, la cui rigenerazione darà vita al Polo per l'Innovazione Digitale, che risiederà in un edificio realizzato su una superficie di 13.000 mq, di cui 7.000 mq saranno destinati a uffici.

Un grande progetto, con caratteristiche all’avanguardia in termini costruttivi. Un edificio smart, a basso consumo energetico, che dispone dei più alti standard di sicurezza dal punto di vista antisismico e informatico e che darà vita ad una altrettanto importante e imponente progettualità. 

La struttura, che è stata inaugurata il 10 giugno, si candida a rappresentare il principale punto di riferimento dell’economia digitale del territorio. Il CRIT – Polo per l’Innovazione Digitale vuole rappresentare un pivot territoriale a favore della Digital Innovation, per facilitare lo sviluppo socio-economico di tutto il territorio.

Il Consorzio CRIT, nell’impostare il piano di sviluppo del Polo di Cremona, ha individuato un ambito di specializzazione per posizionarsi in modo efficace all’interno del panorama italiano dei Poli e Parchi Tecnologici: la Smart Land.

Lo sviluppo socio-economico che può essere avviato tramite l’utilizzo delle nuove tecnologie digitali è possibile solo mettendo a punto modelli e servizi pensati ad hoc per realtà territoriali profondamente diverse dalle grandi aree urbane e metropolitane. Il fine ultimo è porre al riparo gli abitanti della smart land dal rischio di un nuovo digital divide tecnologico, penalizzante sia sotto il profilo della qualità della vita sia della competitività del sistema locale delle imprese.

Venerdì 9 giugno il Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Maurizio Martina ha fatto visita al Polo e ha avuto modo di visitare l’area Innovation lab, allestita per l'inaugurazione, dove erano presenti prototipi innovativi: la bici con cuore e cervello elettronici, il robot dotato di intelligenza e percezione, la rivoluzione nel mondo del car sharing di e-Novia; un robot per l’agricoltura “Robotica Mobile applicata all’agricoltura” del Politecnico di Milano – Campus di Cremona e un telo con una tecnologia all’avanguardia capace di ridurre la quantità delle sostanze inquinanti presenti nell’aria, in modo ecologico e intelligente presentato da C2 e The Breath.

DSC06553

Mentre nella mattina di sabato 10 giugno si è tenuta l’inaugurazione ufficiale con il taglio del nastro.
Durante la mattina sono intervenuti:

  •         Carolina Cortellini – Presidente del CRIT
  •         Gianluca Galimberti – Sindaco di Cremona
  •         Giandomenico Auricchio – Presidente CCIAA di Cremona
  •         Antonio Vivenzi – Presidente LGH
  •         Carlo Mavezzi – Consigliere Regione Lombardia e Presidente Commissioni Affari Istituzionali
  •         Luciano Pizzetti – Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri

DSC06979

Per presentare il Polo alla città, oltre l’inaugurazione ufficiale, nel pomeriggio del sabato è stata organizzata una grande festa, la TecNight, la prima notte bianca della tecnologia.

DSC07269

In questo modo, con più di 30 eventi in tutto il centro storico, si è portato il Polo e la tecnologia nel cuore della città.

E' stata una giornata indimenticabile, un grazie a tutti coloro che hanno partecipato!