Tweet

Una recente ricerca a cura di IBM e TAG (Talent Garden) ci regala una sorpresa non del tutto inaspettata: Cremona è tra le 10 città più attive su Twitter per le tematiche legate all’innovazione e alle startup, segno che il cammino intrapreso dal CRIT con Cobox, nel 2014, e oggi rilanciato con il nuovo Polo per l’Innovazione Digitale, quasi pronto per il debutto, sta già dando frutti precoci e promettenti.
Con “L’Italia delle startup #2016, raccontata dai tweet” sono stati analizzati oltre un milione di tweet pubblicati nel 2016 sul tema delle startup e dell’innovazione, per comprendere chi faccia innovazione digitale in Italia, chi siano i top influencer, quali gli argomenti più discussi e quali siano stati gli eventi che hanno animato la rete lo scorso anno.
Dalla ricerca emergono gli hashtag più utilizzati, primi tra tutti #startup, #fintech, #bigdata, #ecommerce, #crowdfunding, #robot, #opendata, #iot, #sharingeconomy, #foodtech e #innovazione; ma anche gli hashtag più utilizzati da uomini e donne: #fintech per i primi, al 69%, #crowdfunding per le seconde, che appaiono meno monotematiche con il 31% di utilizzo rispetto all’utilizzo di altri hashtag.
La vera sorpresa, per noi cremonesi, arriva scorrendo la “mappa degli innovatori”, che mostra dove sono di casa gli innovatori del digitale Made in Italy e mette in luce come la maggior parte di loro sembri concentrata nella pianura padana, con Milano che ovviamente è padrona, con il suo 12%, seguita da Roma (9%),  Torino (2,8 %), Napoli (2,5 %), Trieste (0,8 %), Verona (0,7 %), Bologna e Cremona (0,6 %).
Un ottimo risultato, per la “bella addormentata” della pianura padana, che evidentemente si sta risvegliando, in molti modi e su molti fronti, a partire dalle eccellenze più note e più affermate, come la liuteria e l’agrifood.
Quanto ai temi di maggiore interesse, come già evidenziato dagli hashtag, spiccano:

  • FINTECH - blockchain, digital transformation e advanced analytics;
  • IOT e INDUSTRIA 4.0 - fabbriche intelligenti, città, salute, retail e mobilità;
  • FOODTECH - riduzione sprechi alimentari e risparmio economico;
  • ARTIFICIAL INTELLIGENCE - deep learning e robotica;
  • OPEN INNOVATION - ricerca, innovazione e socializzazione dei processi produttivi;
  • CYBER SECURITY- iniziative governative e data privacy.

Molto più complessa, ma affascinante da esplorare, la sezione legata agli influencer, che mette in relazione tematiche, utenti twitter e grafo sociale, illustrando il percorso dei tweet e la loro capacità di veicolarsi da un utente all’altro, trascinati dalla sua influenze e dall’hashtag con cui sono etichettati.
È questa la vera forza di Twitter. Su questa piattaforma i numeri sono facili da tracciare e da gestire e si può facilmente capire quali siano i temi di maggiore interesse e quali gli utenti più influenti e capaci di veicolarli. Non necessariamente dall’alto del loro seguito, ma dalla profondità della loro rete e dalla loro autorevolezza e capacità di coinvolgimento sui singoli temi.
Una ricerca interessante, che mette in luce molti aspetti della piattaforma e dei suoi utenti e che conferma, se ce ne fosse bisogno, che i temi legati al digitale, all’innovazione, al mondo delle startup e, più in generale, al cambiamento che stiamo vivendo, sono di grande attualità e interesse, anche su province insospettabili, come Cremona.

Realizzato a cura di Claudio Gagliardini